Ferrowork

 

Approfittate per una nuova porta blindata entro fine 2024  perche' come potete leggere  

 

"dal 1° gennaio 2025, la detrazione scenderà al 36%"

 

Approfittare del bonus porte blindate è una scelta saggia per migliorare la sicurezza della propria casa in vista delle vacanze

estive.

Con l’avvicinarsi dell’estate, periodo in cui molte famiglie scelgono di lasciare le proprie abitazioni per le vacanze, la sicurezza

domestica diventa un tema ancora più pressante. La preoccupazione per potenziali effrazioni durante le assenze

prolungate spinge sempre più persone a considerare soluzioni preventive efficaci. Ma quali sono le opzioni disponibili e perché ora è il momento ideale per agire?

 

 

 

Il 2024 ha introdotto una misura di incentivo che sta facendo scuola in termini di sicurezza domestica: il bonus porte

 

blindate. Questa agevolazione fiscale permette ai proprietari di immobili di installare porte di sicurezza beneficiando di

una detrazione fiscale sulle spese sostenute. Con l’estate alle porte e le case vuote durante le vacanze, non c’è momento

migliore per approfittare di questa opportunità e assicurarsi che la propria casa sia protetta.

 

Il bonus porte blindate fa parte delle iniziative statali volte a incentivare la sicurezza delle abitazioni attraverso l’installazione di

dispositivi antintrusione. La detrazione del 50% è applicabile sulle spese di acquisto e installazione di portoni blindati.

Oltre alla porta in sé, questa detrazione è applicabile anche alla sostituzione di serrature, catenacci e spioncini, all’installazione

di tapparelle metalliche e saracinesche, alla posa di vetri anti-effrazione e casseforti a muro e, infine, all’implementazione di

sistemi di allarme e video-sorveglianza.

Per accedere al bonus, è necessario che i pagamenti siano effettuati attraverso metodi tracciabili come bonifici bancari

o postali, carte di credito o debito. I bonifici, in particolare, devono includere dettagli specifici quali il codice fiscale del

beneficiario, la causale del versamento che richiama la normativa di riferimento, e i dettagli della fattura correlata. Questo per

garantire che ogni spesa sia documentata e legittima agli occhi dell’Agenzia delle Entrate.

 

Il bonus non è limitato ai soli proprietari di immobili, ma è esteso anche a chi detiene diritti reali sull’immobile (usufrutto,

uso, abitazione) o possiede un contratto di affitto. L’importante è che il richiedente sia colui che ha effettivamente

sostenuto le spese per l’installazione della porta blindata.

La detrazione può essere suddivisa in 10 rate annuali, permettendo un ammortamento del costo nel tempo. Inoltre, dal 1°

gennaio 2025, la detrazione scenderà al 36%, rendendo il 2024 l’anno ideale per procedere con l’installazione di una

porta blindata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Purtroppo, si registra un numero crescente di furti in casa in quasi la totalità della nazione.

I momenti di maggiore rischio sono quelli che coincidono con i giorni festivi, quando i proprietari non si trovano in casa, oppure nella fase dell’ora legale, poiché il cielo inizia a scurirsi attorno alle cinque del pomeriggio.

Inoltre, i criminali attuano dei metodi di furto sempre più sofisticati, per minimizzare i rumori e la loro ipotetica scoperta. Per questo motivo, è bene riconsiderare la struttura della nostra abitazione e adoperarsi a sistemare le criticità al più presto.

Due sono le misure efficaci per combattere i furti in casa: l’installazione di porte blindate e di porte per garage di qualità, Non si tratta di semplici espedienti, ma di soluzioni pratiche volte a migliorare notevolmente la sicurezza di una casa.

Come vengono percepite le porte blindate dai malviventi

Le porte blindate sono progettate con l’intento apposito di resistere ai tentativi di effrazione. Per questo motivo, vengono impiegati dei materiali rinforzati come l’acciaio o l’alluminio e vantano un numero consistente di punti di chiusura.

 

 

A differenza di quelle tradizionali realizzate con il legno, queste porte sono molto più robuste e quindi molto più difficili da sfondare.

Non a caso, i fattori di forza e durata agiscono da deterrente per i ladri, i quali sanno che accedere a una casa attraverso una porta blindata richiederebbe una notevole quantità di tempo e di

sforzi.

 

Come se non bastasse, le porte blindate vantano in aggiunta funzioni di sicurezza avanzate, come serrature ad alta sicurezza e spioncini, i quali aumentano ulteriormente la sicurezza complessiva di una casa.

La sola presenza di porte blindate invia ai potenziali intrusi il chiaro messaggio che la casa è protetta e controllata, perciò non è un bersaglio facile. Già questo può scoraggiare molti potenziali ladri dal tentare un’ipotetica effrazione.

Anche le porte garage concorrono alla sicurezza abitativa

Nondimeno, le porte dei garage svolgono un ruolo cruciale nella prevenzione dei furti nelle abitazioni. I garage sono i punti deboli di una casa. Per questo, vengono spesso presi di mira dai criminali poiché li usano come facile accesso all’abitazione.

Tuttavia, investendo in una porta di garage di alta qualità, i proprietari di casa riducono la percentuale di rischio di effrazione. Questo perché, al pari delle porte blindate, i garage moderni sono provvisti di funzioni di sicurezza avanzate, come la tecnologia rolling code e i sistemi di sensori, i quali rendono estremamente difficile per gli intrusi aggirare le varie protezioni.

Inoltre, le porte per garage vengono rinforzate con misure di sicurezza aggiuntive, come le doppie serrature o i sistemi di allarme, aggiungendo un ulteriore livello di protezione non solo alla propria abitazione ma anche ai vicini, qualora l’ingresso al nostro garage portasse all’interno di un edificio strutturato in più unità abitative.

Tra l’altro si tratta di modelli non solo funzionali bensì progettati anche per accontentare il design e l’estetica. Perciò, si presentano in diverse fogge e colori, così da adattarsi ai differenti contesti abitativi. Con l’inserimento di una porta blindata o di una porta per il garage, il proprietario può armonizzare lo stile e l’estetica generale della casa.

 

                       SERRATURE A DOPPIA MAPPA, COSA SONO E SONO SICURE?

 

La serratura è senza alcun dubbio un dispositivo proprio di porte e portoni fondamentale e necessario in termini di sicurezza, contro i tentativi di scasso operati da ladri e criminali. Di fronte alla crescente sofisticazione dei metodi di effrazione, però, molti si interrogano sull’efficacia attuale delle tradizionali serrature a doppia mappa nel garantire la sicurezza delle proprie case.

Scopriamo insieme se sono ancora una serratura efficace, come sostituirle o con quali accessori è possibile aumentare la loro sicurezza.

 

                                               Cosa sono le serrature a doppia mappa?

Le serrature a doppia mappa si possono aprire utilizzando un tipo di chiave lunga e dentellata. Comunemente utilizzate nelle porte blindate, queste

serrature sono diventate col tempo sempre meno sicure.

Le chiavi che vengono usate, vendute senza brevetto e quindi duplicabili, sono facilmente riconoscibili, poiché dotate di un gambo e una base piatta allargata con

due ali segmentate, definite appunto “mappe”.

Le serrature a doppia mappa non sono obiettivi molto difficili per i ladri, in grado di utilizzare strumenti come il grimaldello bulgaro (di forma simile a quello di una

chiave a doppia mappa con pistoncini mobili, che muovendosi prendono la forma della combinazione esatta della serratura) o il gancio di Hobbs (o gancio tastatore

di precisione) per scassinarle. Senza menzionare il fatto che sono “accessori” facilmente reperibili online, talvolta con tutorial per imparare ad usarli.

 

                                          La sicurezza delle serrature a doppia mappa

Le serrature a doppia mappa, soprattutto quelle di vecchia generazione, non sono più sicure contro le effrazioni, poiché costituite da meccanismi facili

da aggirare. Tuttavia, tramite l’installazione di alcuni sistemi di protezione, come il Defender (un sistema in acciaio che si installa sulla porta per

aumentare la resistenza agli attacchi esterni) e la chiusura magnetica, possono migliorare e aumentare la sicurezza, anche se la sostituzione con una

serratura a cilindro europeo è comunque consigliata. 

Le serrature a doppia mappa sono oggi considerate meno sicure, poiché si è diffuso il modo di aprirle e chiuderle spesso senza lasciare tracce evidenti. Questo

aspetto è problematico per coloro che, subendo un furto, hanno necessità di presentare prove concrete di effrazione alle assicurazioni per poter attivare la

copertura prevista dalla polizza stipulata.

 

                                  Differenze tra serrature a doppia mappa e cilindro europeo

Le serrature a cilindro europeo sono più innovative e sicure rispetto a quelle a doppia mappa. La differenza principale risiede nel fatto che esse vengono

assemblate utilizzando due componenti separati, la serratura e il cilindro, mentre quelle a doppia mappa sono costituite da un unico blocco. 

Le serrature a cilindro europeo sono inoltre dotate di elementi anti-strappo, punte anti-trapano e altri sistemi di sicurezza, in grado di rendere il

tentativo di forzatura o scassinamento più difficile e con tempi più lunghi. In caso di attacco con un trapano, le serrature a cilindro europeo hanno sistemi a

collasso che impediscono l’accesso, non implementabili nelle serrature a doppia mappa.

Le serrature a doppia mappa non sono più in grado di garantire la sicurezza necessaria. Il consiglio è quindi quello di proteggere la vostra casa, iniziando col

sostituire le “vecchie” serrature a doppia mappa con soluzioni più sicure e moderne.

 

 

Serratura a doppia mappa: è ancora sicura come un tempo?

 
La sicurezza è una delle priorità in qualsiasi edificio, e per sentirsi al sicuro è bene iniziare dalla serratura della porta
 
Le serrature a doppia mappa erano spesso utilizzate in porte blindate e di ingresso per garantire un livello di sicurezza, ma con l'avvento di tecnologie di nuova generazione sono diventate meno comuni, perché sostituite in molti casi da soluzioni più moderne come le serrature a cilindro europeo. Per chi ne avesse una o la stesse valutando, ecco come funziona e cosa sapere a riguardo.

Cos'è una serratura a doppia mappa e cosa significa questo termine

Una serratura a doppia mappa è un tipo di serratura meccanica che utilizza una chiave specifica, chiamata appunto "chiave a doppia mappa", per aprirsi. In altre parole, significa trovarsi quel tipo di serratura che si apre per mezzo di una lunga chiave dentellata e rappresenta la più vecchia tra le serrature per porte blindate.

La chiave della serratura a doppia mappa ha una forma particolare con due serie di denti su lati opposti, che corrispondono alle mappe interne della serratura, e difficilmente si riesce a duplicare (anche se rappresenta uno svantaggio in caso si perdano le chiavi di casa). Questo tipo di chiave è generalmente lunga e piatta, con intagli e tacche che devono allinearsi perfettamente con le mappe interne per sbloccare il meccanismo.

Come funziona una serratura a doppia mappa?

All'interno della serratura si trovano due "mappe", o piastre sagomate, che devono essere spostate simultaneamente dalla chiave per consentire l'apertura. Questo meccanismo rende la serratura a doppia mappa più difficile da manipolare rispetto alle serrature a cilindro semplice.

La serratura a doppia mappa si attiva tramite la rotazione della chiave all'interno della toppa o fenditura. Questo movimento mette in moto una serie di cilindri che di norma impediscono il movimento del chiavistello. Quando la chiave è inserita correttamente, questi cilindri vengono allineati in modo che il chiavistello possa scorrere liberamente, consentendo l'apertura.

Quanto è sicura la serratura a doppia mappa?

È fondamentale prestare grande attenzione a chi fa uso di serrature con sistema a doppia mappa, poiché queste possono essere sbloccate rapidamente utilizzando la "chiave bulgara" o il Gancio di Hobbs in soli quindici secondi. 

Anche le serrature rinforzate contro tali intrusioni potrebbero non garantire sicurezza, in quanto possono essere forzate e aperte utilizzando delle apposite chiavi che, inserite nella serratura, possono codificarla rapidamente, consentendo al ladro di entrare in meno di un minuto. Attualmente, il problema non consiste solo nella possibilità per i ladri di aprire le serrature a doppia mappa, ma anche di chiuderle, causando danni aggiuntivi poiché le compagnie assicurative potrebbero non rimborsare il proprietario dato che mancherebbero segni di effrazione.

Passare da serratura a doppia mappa a cilindro europeo

Le serrature a cilindro europeo sono note per essere più innovative e sicure rispetto alle serrature a doppia mappa. La differenza principale risiede nella struttura: le serrature a cilindro europeo sono composte da due componenti separati, la serratura e il cilindro, mentre quelle a doppia mappa sono costituite da un unico blocco. Questo design modulare permette una maggiore versatilità e facilita la sostituzione del cilindro in caso di danneggiamento o aggiornamento della sicurezza.

In particolare, le serrature a cilindro europeo sono dotate di punte anti-trapano e altri meccanismi di sicurezza che rendono molto difficile il tentativo di forzatura. Questi elementi sono progettati per resistere agli attacchi con trapano, grimaldelli e altri strumenti di scasso. In caso di attacco, alcuni cilindri europei sono dotati di sistemi a collasso che bloccano la serratura, impedendo l'accesso. Questo meccanismo aumenta il tempo necessario per scassinare la serratura, scoraggiando ulteriori tentativi.

Quindi, le serrature a cilindro europeo sono progettate per resistere a diversi metodi di scasso, compresi il bumping e il picking, e le chiavi sono state brevettate per non essere duplicabili in assenza di tesserino di proprietà. Ciò le rende molto più sicure delle classiche serrature a doppia mappa, che perdono in termini di paragone nell’ambito della sicurezza.

Chiara Quarantiello (Collaboratore di idealista news)